A QUALCUNO PIACE CALDO, PRENDERE QUASI SUL SERIO IL RISCALDAMENTO GLOBALE

marzo 31, 2015


incontri microcosmi Commenti disabilitati su A QUALCUNO PIACE CALDO, PRENDERE QUASI SUL SERIO IL RISCALDAMENTO GLOBALE

Microcosmi porta a Lodi, in anteprima assoluta, lo spettacolo teatrale “A qualcuno piace caldo, prendere quasi sul serio il riscaldamento globale. Il comico Claudio Batta, della scuderia di Zelig, il docente del politecnico di Milano Stefano Caserini ed il musicista Erminio Cella, sono gli attori di questo originalissimo dialogo attorno alle tematiche del clima che cambia. Mercoledì 15 Aprile ore 21presso Il Teatrino di Via Gorini, 21.

Lo spettacolo unisce il racconto scientifico dei cambiamenti climatici in corso e attesi per il futuro, effettuato con la proiezione di immagini, video, brevi spezzoni di film e grafici, con riflessioni ironiche sullo strano rapporto dei mezzi di comunicazione con questo problema, nonché con intermezzi comici di Claudio Batta. Con il caldo del Jazz a fare da sfondo al calore del riscaldamento globale.

La responsabilità umana sulle variazioni climatiche degli ultimi decenni è chiarissima alla comunità scientifica, che ritiene in stragrande maggioranza inequivocabile l’attuale surriscaldamento del pianeta e considera elevata la probabilità che nei prossimi decenni il pianeta dovrà fronteggiare cambiamenti climatici, originati dalle attività umane, molto pericolosi per le persone e gli ecosistemi che abitano il pianeta.

Nonostante questo, l’ampia diffusione di argomentazioni senza fondamenti scientifici, che negano l’esistenza della crisi climatica, a volte veri e propri miti e leggende metropolitane, fa sì che la percezione pubblica delle cause della crisi climatica non stia progredendo di pari passo con la crescita del problema.Per questo la Cooperativa, ritiene importante promuovere questo spettacolo, che arriva in Cittàproprio grazie a Caserini,il docente infatti, collabora da tempo nella stesura e realizzazione dei progetti ambientali di Microcosmi.

Tagged with:

Comments are closed.